GHJURNATE INTERNAZIUNALE DI CORTI 2014

Il 2 e 3 Agosto , si è svolto a Corti, antica capitale della Nazione Corsa, il 33° incontro tra le nazioni senza Stato , dove il Movimento Sicilia Libera è stato presente per il terzo anno consecutivo con la sua delegazione rappresentata da Rosa Cassata.

Presenti anche le delegazioni sarde, catalane, basche, palestinese , supportate da Corsica Libera.

I temi di quest’anno hanno toccato punti molto importanti come la questione palestinese, il referendum per l’indipendenza del 18 settembre in Scozia, il diritto di autodeterminazione dei popoli , la repressione degli stati occupanti e la solidarietà a tutti i prigionieri politici.

Rosa Cassata nel suo intervento ha dichiarato la massima solidarietà del Movimento Sicilia Libera alla Palestina, e il suo supporto che concretamente sarà in termini di farmaci e beni di prima necessità.

Per quanto riguarda il referendum in Scozia, il Movimento Sicilia Libera darà senza ombra di dubbio il suo supporto allo YES degli scozzesi.

D’altra parte lo scorso anno il Movimento Sicilia libera è stato presente a Edimburgo a sostegno della marcia degli Scozzesi per l’indipendenza.

Massimo sostegno ai prigionieri politici e alle loro famiglie, d’altra parte, ha dichiarato Rosa Cassata: “ anch’io ho vissuto direttamente la repressione dello stato italiano occupante, subendo la perquisizione, il sequestro dei cellulari e computer e sono stata considerata una terrorista.

I seccessionisti veneti sono finiti in carcere durante la stessa operazione”

Per lo stato straniero italiano la resistenza è terrorismo.

Il Movimento Sicilia Libera guarda con molta attenzione al referendum del 18 settembre in Scozia e alla questione Catalana, anche se in Sicilia parlare di referendum è senz’altro prematuro.

I Siciliani devono riappropriarsi prima di una identità nazionale che è andata perduta, che solo la cultura e la verità storica possono fare ritrovare.

E soprattutto i Siciliani devono liberarsi da paure antiche e credere nelle grandi possibilità che solo l’indipendenza ci potrà dare.