Ha vinto il NO! Ma la Scozia ha vinto comunque.

La Scozia resta nel Regno Unito. Il «no» all’indipendenza raggiunge il 55,30%. Il «sì» si ferma al 44,70%. Un risultato comunque storico che registra anche il record di affluenza alle urne:84,59%.

Gli indipendentisti sono stati sconfitti ma il Regno Unito da oggi è diverso. L’esito del voto avrà importanti ricadute costituzionali e politiche. La secessione è scongiurata ma gli equilibri del potere subiranno un profondo cambiamento. Ci sarà un altro Regno Unito.

Il premier britannico dichiara: “ Ora più potere alla Scozia”

“La Scozia avrà ancora più autonomia in materia di tasse, economia e previdenza.”

Edimburgo incasserà comunque un dividendo altissimo: pur restando nel Regno Unito, avrà poteri vastissimi, al confronto dei quali quelli di una nostra Regione Autonoma sono niente, anche perché c’è in gioco la gestione del petrolio del Mare del Nord.

In Sicilia mastichiamo amaro, perché la nostra autonomia speciale, non ci ha consentito di crescere come gli Scozzesi , che hanno saputo gestire questo vantaggio a favore del popolo Scozzese e non a favore di pochi come è successo qui da noi, dove i politici siciliani collusi con lo stato italiano hanno fatto sì che la nostra autonomia venisse depredata .

Ma questa è una storia vecchia, se ne parla da troppi anni.

Guardiamo al futuro della nostra Isola- Nazione, con intelligenza, con orgoglio e dignità di uomini e di popolo. Ancora siamo in gioco e abbiamo le carte in regola per vincere questa partita.

La Sicilia è dei Siciliani.

Rosa Cassata